L’amico di strada

Chissà come è successo? Me lo sono chiesto tante volte dandoti gli spicci e quella volta un pocket coffee estivo che hai preso benedicendo dal mio finestrino col tuo unico braccio. Oggi col caldo la camicia te l’eri tolta e andando via dall’incrocio che ti ha adottato verso il centro …

Leggerezza

Ti ho vista fine e sensuale in tutto seduta al tavolino del dehors, le gambe in spontanee pòse e le mani mentre parlavi… cosa c’entravano quegli short con gli occhi verdi, fieri, puliti? Tutto irradiava un mezzogiorno di quasi agosto sul tuo volto. Si dice gli occhi e i tuoi …

Icone

Siamo icone come specchi di un’immagine in immagini su di noi dove tutto traluce un significato di bellezza. E non ascoltiamo la musica dentro e non recitiamo la poesia per paura di soffrire perdiamo la speranza, tragicamente. Ma sempre lo sappiamo cosa fare di giorno in giorno come una spada …

Popolo

Ed è un lento macerarsi a far da sentinella non comandare in battaglia ma rispondere alla domanda che tiene il cuore sveglio come stilla di lacrime sul viso chi sei tu che mi dai respiro?