La camelia

Tu aria Tiepida Di primavera Osservatore inavveduto Ora ti vede Colui che scrive E io forte Camelia Senza di lei Nulla potrei Farmi giocondo Fiore Gioioso di colore India morosa Dell’aere amato Nel cuor di lei Senza mi sfiorirei E invece ne son la gloria Come vertigine Del vento Che …

La carena fraterna

E così oltre l’incostanza dubbiosa della speranza C’è il legame certo della carità fraterna sicura come la carena di un peschereccio Che arriva nel mare fuori del porto a volte arrancando a volte spavaldo. Ora che è partenza tra i riflessi del faro amore anche l’amaro dei pescatori non dubiterà …

Ah beffardo sole!

Ah beffardo sole allora non sorgi sui buoni e sui tetti mentre la nebbia che meglio custodisce gli uomini dentro li fa leggere nei tempi stretti e vedere che tutti siamo un po’ buoni e abbandonati di perdono desiderosi     Ravenna, 1/04/’22

Cielo di guerra

Stringe la finestra il cielo stamane stinge e non convince… Il suo azzurro raso dove subisce ogni contagio soltanto in alto e nel profondo di questa scena – opaca – traluce     Ravenna, 24-03-’22

Impressioni di primavera

La fioritura… Le chiome varie mentre viaggiamo che il parabrezza tante se ne fa scappare Un albero e poi un altro è andato perso… Le impressioni le sfogliamo nel mentre, sono quelle che vanno i colori nel ventre Sul manto verde scuro non sull’asfalto… A perdifiato vorremmo andare verso Dovadola …